DECRETO CURA. EMERGENZA COVID.

Prime informazioni su congedi parentali, permessi legge n.104/92, bonus baby – sitting, su Cassa integrazione ordinaria, Assegno ordinario e Cassa integrazione in deroga

Vi comunichiamo che l’INPS è pronto ad attuare tutte le misure previste dal decreto Cura Italia. 

Si precisa che non c’è nessun click day, inteso come finestra dentro la quale si possono fare domande di prestazioni. Le domande saranno aperte a tutti e ci sarà un giorno di inizio, con un click.

Il congedo parentale per i lavoratori dipendenti è già attivo: ad oggi l’Istituto registra circa 100mila richieste di congedo con periodi dal 5 marzo.
Le procedure per la Cassa Integrazione, sia quella ordinaria che in deroga, sono consolidate e ulteriormente semplificate.
congedi per la Gestione Separata, gli autonomi, e i cinque indennizzi per professionisti e CO.CO.CO. lavoratori autonomi, turismo, agricoli e spettacolo, saranno operativi nei prossimi giorni.
Le procedure e la domanda per il bonus babysitter sono in fase di avvio. 

Decreto cura. Emergenza COVID. Informazioni sulle indennità previste per gli operatori dei call center outbound

vi comunichiamo che l’INPS è pronto ad attuare tutte le misure previste dal decreto Cura Italia. 

Si precisa che non c’è nessun click day, inteso come finestra dentro la quale si possono fare domande di prestazioni. Le domande saranno aperte a tutti e ci sarà un giorno di inizio, con un click, previsto per il 01/04/2020.

INDENNITÀ COVID 19

Si tratta di indennità previste per il mese di marzo 2020 dell’importo pari ad € 600, non soggette ad imposizione fiscale.

 Ai sensi del decreto Cura Italia di seguito l’elenco delle singole indennità e delle categorie di lavoratori destinatari delle medesime: collaboratori coordinati e continuativi. A tale indennità possono accedere:

✓ i collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla predetta data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS. Ai fini dell’accesso all’indennità, le predette categorie di lavoratori non devono essere titolari di un trattamento pensionistico diretto e non devono avere altre forme di previdenza obbligatoria.

COME FARE DOMANDA

I lavoratori, potenziali destinatari delle suddette indennità, al fine di ricevere la prestazione di interesse, dovranno presentare in via telematica all’INPS la domanda utilizzando i consueti canali telematici messi a disposizione per i cittadini e per i patronati nel sito internet dell’Inps, www.inps.it.

Per fare richiesta i potenziali destinatari delle suddette indennità devono essere in possesso del PIN   (Personal Identification Number) è il codice identificativo personale che consente l’accesso ai servizi online dell’INPS, che si può richidere al seguente link:

https://serviziweb2.inps.it/RichiestaPin/jsp/menu.jsp 

Attenzione: è possibile accedere ai servizi online INPS anche tramite le credenziali SPID, almeno di livello 2, la Carta d’Identità elettronica 3.0 (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Sarà possibile far richiesta di tale INDENNITA’ COVID 19 dal 01 Aprile 2020, mentre per la richiesta del PIN per chi ne avesse necessità vi consigliamo di farla sin da subito.

SOSTEGNO AL LAVORO AGILE

L’EBINCALL finanzierà l’acquisto di attrezzature per il lavoro agile dei collaboratori dei call center aderenti. Rimborso del 50% del costo sostenuto fino ad un massimo fino ad euro 250,00